02. Maggio 2019

Presidente: Ruedi Tanner si candida alle elezioni!

Herbert Stoop tiene fede al suo annuncio e si dimette dalla carica di presidente della Camera dei broker svizzera all’Assemblea generale del 2019. È con grande piacere che il Consiglio di Amministrazione è lieto di proporre il suo successore. Ruedi Tanner sarà eletto nuovo presidente il 22 ottobre 2019 all’Aura di Zurigo. Per saperne di più su Ruedi Tanner e sulla sua motivazione a diventare presidente della Camera Svizzera dei Mediatori.

Da quanto tempo è membro della Camera dei broker svizzera?

Tanner: Wirz Tanner Immobilien è membro dal 1° novembre 2005.

Perché è membro della Camera Svizzera dei Mediatori?

Tanner: Originariamente era probabilmente l’idea della rete e l’interesse per lo scambio di informazioni. Oggi i nostri collaboratori apprezzano soprattutto il fatto che siamo in grado di avvicinare i temi, il che ci permetterà di profilare ancora meglio la nostra professione in futuro. In quanto azienda di medie dimensioni, è anche una questione di atteggiamento e di impegno nei confronti della nostra associazione professionale, ed è per questo che formiamo anche gli apprendisti!

In cosa si differenzia un broker SMK dagli altri fornitori?

Tanner: Il broker CSM non è un flash in the pan, ha molti anni di esperienza con una formazione adeguata e deve raggiungere un fatturato regolare, che gli permette di svilupparsi ulteriormente e di affermarsi sul mercato. Rispetta inoltre le regole di condotta professionale dell’associazione e della camera.

Il settore immobiliare racconta storie di persone e delle loro vite. Interrogare gli spazi significa avere a che fare con la vita. Ruedi Tanner, Wirz Tanner Immobilien AG

Quali sono i motivi per diventare presidente del CSM?

Tanner: A metà dei vostri cinquant’anni è il momento di affrontare la finitezza della vita professionale; o decidete di ritirarvi a rate a favore del tempo libero o dell’impegno per la cultura e la società, oppure affrontate di nuovo nuove sfide. Questi, però, devono essere autentici e credibili, altrimenti non servono a nessuno. Tra questi annovero il Presidio del CSM, perché lo sviluppo si basa sullo scambio, soprattutto tra le generazioni, e qui ne vedo l’impatto per tutti coloro che vogliono partecipare!

Negli ultimi anni, la camera di brokeraggio si è sviluppata notevolmente. Cosa cambierà sotto la sua presidenza?

Tanner: Il forte establishment si basa su un’esigenza dell’industria e sulla percezione del pubblico. Questo risultato è stato raggiunto grazie all’eccellente lavoro dei miei due predecessori e dei loro team e dovrebbe continuare in una partnership affidabile. Tuttavia, in futuro dovremo certamente lavorare ancora di più per ottenere un ancoraggio pubblico più ampio, accompagnato da una garanzia di qualità credibile. Il fatto che si comunichi di più in tedesco bernese non è certo uno svantaggio e può anche aiutarci ad aprire le porte alla Svizzera romanda!

Dove vuoi stabilire le priorità?

Tanner: Lo scambio tra i membri della Camera e un servizio che raggiunge la base è ancora al centro dell’attenzione – la qualità viene prima della quantità! L’opinione pubblica sulla nostra professione è ancora scarsa e si spinge fino all’opinione che in futuro la nostra professione sarà comunque sostituita «online». Tuttavia, se assumiamo sempre più il ruolo di mediatori di habitat e applichiamo qui un insieme di valori autentici ed equi, dimostreremo il contrario e offriremo così ai nostri clienti un valore aggiunto. La digitalizzazione ci offre questa opportunità, cogliamola! La convention dei broker di quest’anno con il titolo «Ti guardo negli occhi» stabilisce un primo punto esclamativo, siamo felici!